Quella volta che… l’Olimpia partecipò ai Giochi delle Isole

Maggio 2, 2024
Home » Storia » Quella volta che… l’Olimpia partecipò ai Giochi delle Isole

C’è stato un tempo in cui, grazie alla disponibilità delle palestre e alla grande passione dei suoi istruttori, l’Olimpia Olbia contava ben 14 squadre tra prima squadra e più piccoli.

C’è stato un tempo in cui, oltre ai maschietti, la nostra società riusciva a competere anche con il settore femminile: forse le alternative nel nostro territorio erano inferiori; forse il basket era visto con meno diffidenza di oggi; forse erano semplicemente gli anni Novanta, che poi così male non erano.

Tante volte, con nostro orgoglio, alcuni nostri atleti sono stati selezionati all’interno delle rappresentative regionali: è successo nell’anno in cui venivano selezionati ragazzi del 1978, quando, insieme a un totem del basket isolano come Michele Boero, ad allenare era stato chiamato il nostro Mimmino Sciretti; alla selezione del 1993 o del 1996, sotto la guida di Nicola Pintonello. Nel 2000, invece, il nuovo millennio portò una notizia inaspettata: due ragazze di quindici anni venivano convocate ai celebri Giochi delle Isole, manifestazione sportiva che quest’anno si svolgerà in Corsica. Una “piccola olimpiade” del Mediterraneo, in cui sono coinvolte moltissime discipline (atletica leggera, nuoto, sport di squadra), con tanto di cerimonie di chiusura e apertura.

La nostra Laura Udassi, guardia figlia d’arte, e Simonetta Lai, abituata a svettare con la sua altezza, erano le leader del gruppo allieve (1985), allenato da Lina Tuveri e Corrado Gambino: insieme con l’altra Laura (Lambroni) avrebbero composto un trio inossidabile nei tanti tornei 3vs3. Due coach che sapevano far coesistere sapienza tecnica e agonismo, senza mai dimenticare una buona dose di risate: se in gruppo competevano con le più grandi squadre femminili della Sardegna, la scelta delle due olbiesi fu senz’altro il fiore all’occhiello del loro lavoro.

A guidare quella spedizione, diretta verso Madeira, fu Stefania Bazzoni, altra enorme maestra della pallacanestro sarda. Le cronache parlano di allenamenti durissimi, giornate che potevano toccare anche le otto ore in palestra. E dire che i Giochi delle Isole sono da sempre una grande festa della gioventù, un’occasione unica di confronto tra coetanei sotto il sole delle nostre amate isole…

Per la cronaca, tra un’ora di sole e un “suicidio” in palestra, le ragazze della nostra rappresentativa vinsero il bronzo nella competizione: avevano vinto contro Martinica, Azzorre, Corfù e persino Sicilia, arrendendosi alle squadre delle Canarie e di Madeira. Ne conserviamo alcuni reperti fotografici, necessariamente poco nitidi come accade talvolta alle foto di un tempo.

Da quella esperienza uscirono due giovani ragazze più consapevoli delle loro qualità cestistiche, arricchite umanamente come ragazze e donne del nuovo millennio: ne nacquero contatti, legami, ricordi probabilmente indelebili.

Da quella chiamata a sorpresa si generò una nuova linfa per l’Olimpia, allora targata Marbo, che di lì a poco avrebbe vinto il campionato di serie D e avrebbe dato via ai suoi anni più vincenti. Era il coronamento di un progetto nato 9 anni prima, la spinta ad andare avanti su quella strada.

Riuscire a ottenere risultati attraverso il basket femminile, poi, resta un motivo di vanto difficile da dimenticare. Allora l’Olimpia contava almeno 3 gruppi di ragazze che, libere dai pregiudizi, crescevano in un gruppo andando a canestro.

Non tutte quelle ragazze hanno proseguito con questo sport: lo ha fatto la nostra Laura, che dopo aver giocato in serie B a Sassari oggi si dedica alla panchina. Tutte quante, di sicuro, ricordano i tempi di Via Vignola, del Liceo classico, del Fausto Noce. Quando fare pallacanestro non era visto come qualcosa di “strano” per una bambina. 

La speranza è che quei tempi possano tornare, e che si possano vedere di nuovo campionati femminili a Olbia. Per ora, il gruppo degli aquilotti registra una nutrita presenza femminile. Gli allenatori (Gambino e Udassi) c’erano anche nel 2000, anche se in ruoli diversi. Chissà che lo spirito di Madeira non sia ancora presente…

E d’altronde, i Giochi delle Isole si disputano ogni anno!

1,2,3… Olimpia! 

I nostri sponsor

Partner digitale

https://www.networkvision.it
Insegniamo basket e contribuiamo a creare persone

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy
© 2024
A.D. Pallacanestro Olimpia - P.IVA 01528080904 - Via degli Ontani 56, Olbia (SS) 07026
Crediti
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram